Acquistare un abito da sposa low cost è davvero così conveniente?
Acquistare un abito da sposa low cost è davvero così conveniente?
woman-in-grey-jacket-sits-on-bed-uses-grey-laptop

L’utilizzo di internet e dei social media ha reso negli ultimi anni molto più agevole alla sposa la scelta del suo abito. Idee e novità dal web sulle ultime tendenze del mondo della moda bridal regalano consigli preziosi da cui prendere spunto.
In che modo questo incide sulla scelta finale per il grande giorno?

Un catalogo infinito di abiti da sognare

Secondo The Wedding Report, una società di ricerca che raccoglie statistiche sul matrimonio negli Stati Uniti, nel 2017 le vendite di abiti da sposa low cost sono ammontate a 329 milioni di dollari, una cifra davvero esorbitante! In Italia non è ancora così larga la fetta di spose che compra l’abito online, ma è sicuramente un trend in ascesa anche nel nostro Paese.

Sul web è presente un catalogo virtuale infinito e in continuo aggiornamento di abiti da sposa da sognare che comprende quelli dei designer più famosi o di stilisti di nicchia, abiti dallo stile moderno o vintage, oppure colorati o sartoriali, insomma le possibilità sono davvero moltissime.

Questo porta molte
bride to be a essere certe della propria idea di abito e a propendere per l’acquisto online. Alcune offerte possono rivelarsi molto allettanti per il portafoglio e consentono di risparmiare qualche soldo dal budget a disposizione. Ma è davvero tutto così bello come sembra?

 

Abiti da sposa low cost: attenzione al sito da cui si acquista​

Compare un abito online permette un effettivo contenimento di costi dal momento che anche gli abiti più elaborati possono arrivare a costare molto meno di un abito acquistato in atelier.
Si parte da cifre che oscillano tra i 60 e i 100 euro fino a salire. Per capire se si tratta solo di risparmio o se ci possono essere brutte sorprese dietro l’angolo bisogna fare una serie di considerazioni.

Se sei disposta a scendere a compromessi con la qualità dei tessuti del tuo abito da sposa e sulla mancata personalizzazione dei dettagli, allora acquistare online un abito da sposa low cost è la scelta che fa per te. Esistono molti siti che offrono soluzioni a basso prezzo di abiti all’apparenza di buona qualità e personalizzabili in base alle tue misure.
A volte non è semplicissimo capire se ci si può fidare di un sito scovato online, le immagini possono essere fuorvianti e anche le recensioni positive lasciate da chi ha acquistato prima di te.

Potresti ritrovarti con un abito che non somiglia affatto alla foto che hai visto e certamente potrebbe non fare su di te lo stesso effetto della modella che lo indossa in foto; ma questo d’altronde è il problema che si ha con qualsiasi acquisto online. Tieni presente che probabilmente non potrai toccare i tessuti, controllare le cuciture, sentire come ti sta addosso, tutte quelle sensazioni emozionali che derivano dal provare un vestito, a maggior ragione se si tratta del vestito del tuo matrimonio.

Le sorprese durante la prova dell’abito

L’abito da sposa deve essere come un guanto, le misure e la vestibilità sono la chiave per farti sentire a tuo agio, non sono quindi una questione di poco conto.

Se hai ordinato online e non hai avuto brutte sorprese, come quelle che molte spose hanno dovuto affrontare con abiti low cost dai tessuti scadenti o non inerenti alla descrizione del sito, la vestibilità è un altro punto a sfavore dell’acquisto sul web.

Potrebbe succedere che l’abito indossato dalla modella in foto una volta giunto a destinazione non sia poi così favoloso. Magari è stropicciato, troppo corto o troppo lungo, stretto o largo sul seno, il tessuto irrita la pelle, insomma le sorprese spiacevoli potrebbero verificarsi già alla prima prova vestito.
Per ovviare a questo problema dovresti recarti da una sarta per aggiustare le misure, ma se l’abito è di scarsa qualità e di base il modello non ti sta bene, potresti aver buttato dei soldi per qualcosa che a prescindere non potrai mai indossare.

Tu chiamale se vuoi emozioni…

Le donne che hanno scelto l’abito in atelier sanno bene che si può entrare in negozio con un’idea di abito e poi sceglierne uno completamente diverso: è il tessuto, la vestibilità, ma sopra ogni cosa, l’emozione che un abito suscita una volta indossato che lo fa preferire anche a un modello che hai desiderato per mesi.

Quindi è da non sottovalutare il fattore emozionale. Tendenzialmente è l’abito che ti sceglie e non il contrario. Per quanti vestiti tu possa provare, quello giusto per il tuo matrimonio è uno e lo scoprirai solo indossandolo. Questo tipo di esperienza che è al centro della visita in atelier viene completamente eliminata dall’acquisto online.

Ad ogni modo dipende sempre da ciò che ricerchi in quanto sposa e ci sono sicuramente alcune donne che non desiderano questo tipo di esperienza e propenderanno per qualcosa di più simile alla loro personalità.

Un servizio su misura per la sposa

L’acquisto dell’abito in atelier si sposta sempre di più verso un servizio di personalizzazione completo del vestito e dei suoi accessori. Che sia il velo, la scarpa, il gioiello oppure una lavorazione ideata appositamente per la cliente e non riprodotta in serie, il lavoro di Sandra e del suo staff è tutto incentrato sul cucire addosso, letteralmente, l’abito dei sogni.

Questo è possibile solo grazie al lavoro delle tante aziende Made in Italy che da anni collaborano a contatto diretto con l’atelier, supportando la sposa nel definire i suoi gusti e nel valorizzare il suo corpo e la sua personalità per il giorno del matrimonio.

 

Posticipare il matrimonio: idee e consigli per la riprogrammazione delle nozze
Posticipare il matrimonio: idee e consigli per la riprogrammazione delle nozze

Il momento che tutti stiamo vivendo ci costringe a una pausa forzata e anche il giorno del tuo matrimonio, tanto desiderato e progettato, dovrà essere posticipato.
Come fare se tutto è già stato deciso? Sei ancora incerta se posticipare il matrimonio oppure vorresti tentare la sorte? Le domande che ricevo quotidianamente dalle mie spose mi hanno portato a condividere con voi i consigli che ho dato loro in merito a una scelta sicuramente difficile.
Il primo suggerimento in assoluto è quello di non preoccuparsi eccessivamente, il giorno del tuo matrimonio è solo rimandato e non cancellato definitivamente. Quel che serve è prevedere alcuni piccoli accorgimenti che ti consentiranno di adattare il giorno delle nozze al periodo che hai scelto per la nuova data.

Devo rimandare il matrimonio? Quando mi conviene spostare la data?
Questa è la domanda che mi viene fatta maggiormente in questo periodo. La risposta è diversa a seconda del mese che hai scelto per le tue nozze.

Le spose di maggio hanno dovuto già pensarci e tutte hanno già deciso di posticipare la data e scelto un nuovo giorno. Se anche tu rientri in questo gruppo hai fatto bene, non è stata una decisione facile ma era l’unica scelta possibile da fare.

Le spose di luglio hanno ancora qualche settimana per pensarci; stiamo seguendo l’evolversi della situazione e purtroppo non sappiamo ancora con certezza se i prossimi mesi potranno garantire un ritorno alla normalità. Il mio consiglio per loro è di attendere, ma comunque di cominciare a pensare a un eventuale posticipo per avere più tempo per organizzarsi al meglio.

Per quanto riguarda invece le spose di giugno, alcune hanno già preso la decisione di rimandare il matrimonio, altre sono ancora titubanti.
L’obiezione che mi viene mossa maggiormente riguarda la nuova data delle nozze è che cadrebbe nel periodo autunno/inverno, ben lontano dalla calda festa all’aperto che si sono immaginate per il ricevimento.
A loro e a anche a te se ti trovi nella stessa situazione, consiglio di ripensarci: mesi come ottobre e dicembre sono davvero speciali per sposarsi!

Ottobre con i suoi colori autunnali e giornate tutto sommato ancora calde, è un mese bellissimo per i matrimoni. Una sposa di bianco vestita immersa in questi colori sul giallo, sull’arancio o sul rosso avrà delle foto meravigliose come ricordo di nozze.

Anche dicembre con la sua atmosfera natalizia, calda e ricca di luci, è un mese magico e regale per convolare a nozze, e anche se non sarà all’aperto sarà comunque la festa che celebrerà il vostro sogno d’amore.
Certo, sono mesi inusuali, ma non significa che non siano periodi meravigliosi per sposarsi. Sono mesi diversi ma sempre speciali.

Un altro suggerimento che mi sento di darti è quello di tenerti sempre in contatto con i proprietari delle strutture che ospiteranno il ricevimento. Sono professionisti in grado di dare tutte le indicazioni possibili su come strutturare la festa al chiuso o come poter gestire un eventuale rinfresco all’aperto anche con un clima più rigido. Non temere, c’è una soluzione per tutto.

Ho già un abito, come posso modificarlo per la nuova data?
Come spiego sempre alle mie future spose, gli abiti da sposa non hanno stagionalità! Le collezioni di tutti i brand sono collezioni annuali.
Il motivo per cui si sceglie un abito è per l’emozione che ti ha suscitato una volta indossato, non per la data che hai scelto per sposarti.
Per questo non esiste un abito da sposa invernale o estivo, siamo noi esperti del settore che adattiamo gli abiti al periodo in cui verranno celebrate le nozze.

A fare la differenza sono gli accessori che si scelgono di utilizzare per arricchire il vestito.
Ad esempio, è semplicissimo trovare delle soluzioni per abiti scollati. Si possono aggiungere delle maniche, dei coprispalle, tutto deve essere studiato in base all’abito.
La manica può essere aderente, in tulle, rifinita con dei ramage di pizzo. Oppure ricamata con dei cristalli, se l’abito ha dei dettagli sparkling.

Per gli abiti scivolati è preferibile aggiungere una manica che sia in chiffon o voile, morbida e staccabile. Come richiedono gli abiti trasformabili che consentono di avere due abiti in uno: uno più tradizionale per la cerimonia e uno diverso dedicato al ricevimento, togliendo le maniche o modificando altri dettagli del vestito.

Abiti più tradizionali con scollo a cuore e gonna ampia richiedono un coprispalle: realizzato in organza se l’abito ha una gonna in organza, oppure in tulle. Anche il raso è una soluzione, pulito, rigoroso, per una sposa più sofisticata.

Per le spose che decidono per un mese più freddo come dicembre, le opzioni sono un poco più articolate: una pelliccetta o uno scialle in cashmere, con un bordo di pelliccia. Un giacchino pulito in raso, molto raffinato, con manica a ¾ o a manica lunga. Oppure possiamo pensare a dei guanti rifiniti in pizzo o con un bordo di pelliccia.

Le soluzioni sono tantissime e si personalizzano in base alla tua personalità e a seconda del vestito scelto. Non preoccuparti, qualsiasi sia il tuo abito si trovano le soluzioni migliori per adattarlo al nuovo contesto.

Altri suggerimenti per il posticipo del matrimonio
Se hai già spedito le partecipazioni non stamparle nuovamente. Hai già sostenuto una bella spesa, ora lascia che il web arrivi in tuo soccorso! Sul portale Sposi Magazine trovi delle bellissime idee per comunicare la nuova data in modo economico e d’effetto. Puoi personalizzare i nuovi inviti in base al tema scelto per il matrimonio e li puoi inviare via e-mail, WhatsApp, Facebook Messenger ecc. senza spendere in costose modifiche.
Per quanto riguarda le bomboniere, se le hai già commissionate e sei in tempo per comunicare la nuova data, bene, altrimenti il mio consiglio è di lasciare stare. Chi sarà con te quel giorno, sicuramente capirà! Insomma, dove tu e il tuo futuro marito potete lasciar correre, non pensateci.

Per i fiori invece hai tutto il tempo per prevedere delle modifiche. Contatta il fiorista, le decorazioni floreali della stagione autunno/inverno saranno sicuramente differenti rispetto a quelle pensate per l’estate. Puoi comunque mantenere il Mood e il colore scelto in principio: se ad esempio hai optato per un rosa perché pensavi di sposarti a giugno, ci sono fiori molto belli anche nella stagione invernale.

Una festa tanto attesa sarà ancora più speciale
Il mio consiglio finale è di non preoccuparsi eccessivamente per quelle modifiche che non si riusciranno a fare, anche se sposterai la data all’ultimo momento.
Ciò che importa è che a prescindere dalle difficoltà che hai riscontrato nell’organizzazione il vostro giorno sarà comunque speciale perché è il coronamento di un sogno che avete atteso con ancora più forza e speranza, condividendolo insieme alla famiglia e agli amici più stretti.

Se hai dubbi o domande sono felice di darti qualche suggerimento in più!
Puoi contattarmi tramite la mia pagina Facebook o sul mio profilo Instagram.

 

 

Dual dress: abito da sposa trasformabile
Dual dress: abito da sposa trasformabile

L’abito trasformabile è la soluzione perfetta per sfoggiare due abiti diversi nel giorno del matrimonio, ideale per la sposa che ama cambiare e sorprendere!

Non uno, ma ben
due abiti per il giorno del tuo matrimonio. Un’idea per chi ha il pensiero fisso dell’abito principesco ma è anche consapevole che la libertà di movimento durante la festa di nozze potrebbe essere limitata. Oppure per la sposa che desidera sorprendere tutti con un cambio abito, diverso ma non troppo, da quello indossato per raggiungere l’altare.
Per questo e molto di più esiste una soluzione pratica e scenografica: l’abito trasformabile. Vediamo insieme di cosa si tratta nel dettaglio.

Come funziona un abito da sposa trasformabile?
È un abito da sposa composto da parti singole coordinate, non un vestito unico, ma con più elementi che lo compongono. Questa soluzione ti consente di scegliere la linea del vestito, trama dei tessuti e modello della gonna. Dall’abito lungo più formale, dedicato alla cerimonia nuziale, potrai passare semplicemente sfilando la parte inferiore, a un vestito più corto molto meno ingombrante.
Non solo la gonna ma anche la parte superiore può essere modificata, indossando un bolerino o una stola, che una volta tolti lasciano a vista le linee dell’abito o scollature più profonde, che siano sul decolleté o sulla schiena. L’effetto è davvero wow, come per i due modelli di seguito dei brand Bellantuono e Graziana Valentini: due abiti che si trasformano, dalle spalle coperte a vestiti molto più sensuali.

Come scegliere l’abito da sposa trasformabile?
La scelta dello stile e del modello dell’abito si devono adattare alla tua fisicità e alla tua personalità, dovrai quindi personalizzare le lunghezze, i tessuti e le trasparenze.
Avrai così la possibilità di scegliere a seconda dei tuoi gusti l’abito del tuo matrimonio. Se nei tuoi desideri c’è il vestito da principessa con strati e strati di tulle, oppure aspiri a una linea più avvolgente come il modello a sirena, o se la tua fissazione sono pizzi e ricami, potrai modificare i dettagli con l’aiuto e la professionalità di Sandra e della sarta dell’atelier.
Per il corpetto puoi puntare su un body, un miniabito o una tuta a cui poi si applicano gli elementi per la parte inferiore dell’abito.
Un esempio è quello adottato per questo splendido modello Gritti Spose, dove la gonna lunga del vestito tradizionale diventa corta sul davanti per un modello più pratico e moderno.

Simile la soluzione Blumarine della collezione 2020: un corpino in pizzo con maniche lunghe e una cascata di tulle come gonna.  A regalare magia sotto le lunghezze dei tessuti è l’abito che diventa corto con le gambe in vista.

Il celebre abito trasformabile di Chiara Ferragni
L’abito da sposa trasformabile è stato utilizzato da un gran numero di celebrities che adorano sfoggiare quanti più look possibili per il giorno delle nozze. Un abito da sposa trasformabile che molte ricorderanno è quello realizzato da Maria Grazia Chiuri e firmato Christian Dior Haute Couture per la nota influencer Chiara Ferragni.

Nell’abito realizzato per la cerimonia, rigorosamente total white, Chiara indossava un body crochet bianco a pantaloncino e gonna a nuvola in tulle. Tuttavia, la sposa ha preferito concedersi un altro abito per continuare i festeggiamenti… anzi ben due!
Il secondo vestito ha di base un body con corpetto a cuore color avorio e ampia gonna in tulle disegnato sempre dalla Chiuri, ma personalizzato con ricami e frasi di una canzone scritta per Chiara dal marito Fedez. Infine, per essere più libera dopo la cena di matrimonio Chiara ha preferito modificare la gonna vaporosa a corolla scegliendone una di tulle in stile ballerina molto più corta e pratica. La bellezza dell’abito trasformabile, elementi componibili che ti concedono look diversi mantenendo lo stile che hai scelto per il tuo matrimonio.

Per chi è adatto un abito trasformabile?
Perfetto per la sposa che non ama l’idea dell’abito bianco tradizionale. Con un abito trasformabile e qualche accorgimento lo stile si trasforma e diventa più rock, romantico, casual o hippy, a seconda della tua personalità. In più per alcuni abiti si ha il vantaggio di poterli sfruttare anche in altre occasioni, perché non rimandano direttamente all’idea di essere classici vestiti da sposa.

Di primaria importanza è la comodità dell’abito che deve essere cucito addosso alla tua fisicità. Soprattutto quando il vestito che scegli è composto da molteplici elementi è fondamentale ascoltare i consigli dei professionisti che ti seguono in atelier e non seguire solamente ciò che ti dice il cuore.

Insomma, se il tuo desiderio è quello di scatenarti in pista o semplicemente essere diversa con un secondo look, questo è il tipo di vestito che fa per te. Sandra con l’aiuto del suo staff ti aiuta nel realizzare le tue idee, guidandoti nella scelta e nella personalizzazione del tuo abito (o abiti) dei sogni.

Abiti da sposa Blumarine 2020: parola d’ordine “colore”
Abiti da sposa Blumarine 2020: parola d’ordine “colore”

Il trend per gli abiti da sposa 2020 abbandona il bianco per una sposa colorata che si fa ricordare.

Se per te è arrivato il momento della scelta dell’abito sai già che incontrerai tanti modelli diversi durante le visite in atelier e se alcuni li scarterai subito altri ti sorprenderanno per il loro essere inaspettati. Solo su un dettaglio penserai di essere sicura e questa tua certezza potrebbe essere smentita dalle prossime righe.
Il bianco sarà per sempre il colore classico e tradizionale del matrimonio, ma c’è qualcosa di innegabile nel fascino di una tonalità diversa. Non pensare alle sfumature del bianco, la parola d’ordine per la sposa 2020 è solo una: colore!

Le proposte dei migliori atelier hanno visto nel colore un vero trend e se prima la scelta di vestire un abito colorato apparteneva solo alle spose più audaci, adesso questa tendenza guadagna sempre più spazio nel mondo della moda nuziale.

Rompi la tradizione con stile!

La tradizione impone delle regole ben definite per l’outfit della sposa dove il total white è ovviamente scelto dalla maggioranza delle donne prossime all’altare.  Ad ogni modo è fondamentale che il look deciso per il tuo giorno più bello si attenga al tuo stile e alla tua personalità, per questo se hai uno spirito anticonvenzionale e vuoi esprimerlo nel giorno del tuo matrimonio puoi farlo indossando un abito colorato.

L’abito colorato è perfetto per chi opta per una cerimonia civile al posto di una religiosa, o ancora per chi desidera sorprendere sposo e invitati con il cambio outifit durante il ricevimento.
Sono tanti gli stilisti che danno spazio ai colori sulle passerelle: le tonalità più comuni sono i colori pastello, il beige o il color cipria ma il ventaglio di alternative colorate nel corso del tempo è diventato molto più variegato, aggiungendo abiti verdi, rossi e anche neri!

La sposa Blumarine 2020

La sposa che vuole dare una sferzata di colore al suo abito può scegliere dalla palette dei colori di tendenza 2020 tonalità romanticissime: la collezione Blumarine 2020 lascia grande spazio a modelli colorati, in particolare su una dolcissima tonalità di rosa che varia a seconda dei modelli. Si tratta di abiti d’impatto, per una sposa che rompe la tradizione del bianco con colori tenui ma di carattere.

Abiti scivolati in seta o moderati volumi di tulle disegnati per una sposa elegante e femminile. È il rosa a fare da padrone con quel suo senso di femminilità; gli abiti sono ampi ma leggeri, le scollature non eccessive, i ricami preziosi. 

La collezione Blumarine 2020 sorprende con l’abito che lascia il segno e si fa ricordare: corpino effetto lingerie e gonna ampia. Questo abito è un vero sogno, ricco di ruches in tulle multicolore con un bellissimo effetto degradè che varia dal rosa al color pesca dalle dolcissime tonalità pastello.

Abiti floreali

L’abito da sposa floreale è apparso in diverse collezioni 2020, aggiungendo un’esplosione di colori alle passerelle classicamente bianche della settimana della moda nuziale. Che siano sottili e pastello, spigolosi o di grandi dimensioni in forma di ricami tridimensionali, questo modo di sfoggiare i fiori aggiunge uno stravagante interesse visivo a qualsiasi stile di abito da sposa. In questo caso la collezione Blumarine propone una delicata stampa floreale che aggiunge un elegante tocco di colore all’abito proposto in bianco candido e rosa pastello.

Ad ogni fisico il suo abito da sposa! Come scegliere l'abito in base alla propria Body Shape
Ad ogni fisico il suo abito da sposa! Come scegliere l'abito in base alla propria Body Shape

Quale abito sceglierò? Come farò a capire quale sarà quello giusto per me tra i tanti modelli presenti in atelier? Meglio questo o quel modello?
Queste sono alcune delle domande che ogni “bride to be” si pone quando arriva il momento della scelta del proprio abito da sposa.
Iniziamo intanto sottolineando un concetto fondamentale: ogni donna è bellissima qualsiasi taglia, peso o altezza abbia. Possiamo però, attraverso lo studio della Body Shape, capire quale sia l’abito che potrà mettere in risalto tutto il nostro splendore nel giorno più importante della nostra vita.
Ne hai sentito parlare, ma ancora non hai ben chiaro il significato della Body Shape?
Non ti preoccupare, ci siamo qui noi. La Body Shape è la definizione della conformazione corporea a seconda della localizzazione delle adiposità. Questo studio serve a capire che tipo di “forma” ha il tuo fisico e di conseguenza trovare l’abito da sposa che più risalterà la tua bellezza, minimizzando i tuoi punti deboli.
Pronta? Partiamo.

Forma a pera

I dettagli sul fisico.
È la tipica forma mediterranea ad anfora. La parte superiore del corpo è più sottile rispetto a quella inferiore; la vita è minuta mentre i fianchi sono più morbidi.
Per questa conformazione corporea è fondamentale bilanciare il sopra più sottile e asciutto con un sotto più pieno e morbido.

Come scegliere l’abito.
L’abito da sposa più indicato è quello che segna la vita, dato che è un valore di questa figura da lasciare in mostra. Il corpetto sarà ricco di dettagli, in pizzo, con spalline e maniche strutturate (sbuffi e volant), insomma spazio al volume. Mentre sotto, dalla vita in giù, si amplierà in una bella gonna scivolata e morbida che minimizza un lower body più pieno, meglio se con vita alta.
È importante non nascondere il punto vita e lasciare le lavorazioni più importanti per la parte superiore, e il tessuto più sottile e liscio per la parte inferiore per creare un equilibrio.

Forma a mela

I dettagli sul fisico.
L’upper body, cioè dalla vita in su, è visibilmente più voluminoso del lower body. È caratterizzato da spalle ampie, braccia piene, seno da medio a pieno e punto vita poco segnato e i fianchi saranno stretti, con gambe sottili e glutei piccoli.
Questa silhouette, al contrario della precedente dovrà minimizzare il sopra e “riempire” il sotto, per fare in modo che la figura appaia più equilibrata.

Come scegliere l’abito.
Nella scelta dell’abito da sposa è bene non mettere in risalto il punto vita per non portare l’attenzione proprio lì. A questo proposito sono perfetti gli abiti stile impero. La parte superiore dell’abito dovrà essere visivamente asciutta, priva di troppi dettagli e con un tessuto sottile e liscio, perché essendo questa la parte più ampia del corpo va tenuta sotto controllo. La scollatura più adatta è quella a V, perché aiuta ad allungare e sfinare il busto.
Potrebbero essere presi in considerazione anche gli abiti monospalla e quelli all’americana che mettono in risalto le spalle, attenzione che non siano fascianti sul punto vita e fianchi, ma che cadano dritti o morbidi. Un’alternativa, se hai gambe sottili e slanciate, potrebbe essere quella di scegliere un abito a tunica corto, che lascia scoperto il punto forte del tuo corpo.

Forma a clessidra

I dettagli sul fisico.
Spalle e fianchi in linea, vitino da vespa e seno generoso. È la forma del corpo che tutte vorremmo, la più equilibrata ed attraente. Quindi la silhouette è equilibrata perché l’ampiezza delle spalle e dei fianchi sono in linea, il punto vita è molto stretto e il seno è da medio a prosperoso.

Come scegliere l’abito.
Sarà necessario non nascondere mai il punto vita con capi dritti e abbondanti, e far sempre percepire l’armonia. Il modello perfetto per questa corporatura è quello a sirena. Preferisci una linea che sia perfettamente aderente al tuo corpo dal seno in giù, fino alle ginocchia: metterai in risalto la tua forma sinuosa. Più ampia può essere la scelta in tema di scollatura: a cuore, a V, monospalla, tonda, sceglila come più preferisci. Se la vita è segnata da cuciture, da un nastro, o da una cinturina, tanto meglio perché esalta il tuo punto di forza: la vita sottile.

Forma a rettangolo

I dettagli sul fisico.
È la body shape apparentemente più semplice da valorizzare, quella androgina con poche curve. Il fisico a rettangolo, anche quando asciutto, è quel fisico dove busto, vita e fianchi sono sulla stessa linea, e se braccia e spalle sono muscolose e il seno è minuto, può risultare un fisico “mascolino”, che va ammorbidito e reso più femminile. Il punto vita non è un suo punto forte.

Come scegliere l’abito.
La parola d’ordine per il fisico a rettangolo è il movimento. Si può puntare su tessuti ricchi e gli abiti più indicati sono: quello che dalla vita in giù ha una sorta di volant (il “godet”, svasatura a campana) e quindi ricrea la curva dei fianchi, e quello “tubolare” o che si apre leggermente a campana sotto la vita.
Da evitare gli abiti sottili e stretch se sei molto magra perché sottolineerebbero ancora più la magrezza. In questo caso è più indicato indossare tessuti ricchi e strutturati.
Se invece sei un rettangolo “pieno” è da preferire un abito tubolare o scivolato, con un bel dettaglio prezioso sulle spalle o sul collo, in modo che l’attenzione si concentri verso l’alto e si distolga dal punto vita assente.

Come avrai notato ci sono diverse tipologie di corporatura, e ogni donna ha la sua. E tu a quale forma appartieni?

Quando verrai in atelier troverai Sandra a consigliarti e a guidarti sull’abito giusto per te, in base alla tua corporatura ma anche al tuo stile e al tuo gusto personale. Il momento della scelta dell’abito è forse il più emotivamente coinvolgente e carico di aspettative.
Con la sua esperienza, Sandra saprà aiutarti a non perderti tra strati di seta, pizzi e tulle per arrivare alla scelta dell’abito perfetto.